Turismo 2020 in Italia: meno viaggi e più automobili

Turismo 2020 in Italia: meno viaggi e più automobili

Nel 2020, a causa dell'emergenza pandemica, i viaggi di piacere degli italiani si sono ridotti quasi della metà; in particolare quelli all’estero (-80%). Quasi scomparsi quelli svolti per lavoro. Per gli spostamenti ha vinto l'auto. È la radiografia del turismo nazionale nell’anno del virus, fatta dall’Istat (l’Istituto nazionale di Statistica) e divulgata nei giorni scorsi. Il rapporto sottolinea che nel 2020 il turismo da parte dei residenti in Italia ha raggiunto il più basso livello dal 1997 a oggi.

Crollo dei pernottamenti

Rispetto al 2019, per esempio, sono stati effettuati 178 milioni di pernottamenti in meno: 160 milioni legati alla vacanze per svago, gli altri connessi agli spostamenti lavorativi. Ben l’11% degli italiani abituati a viaggiare non si è mosso da casa; chi ha viaggiato ha scelto, nel 90,9% dei casi, una meta italiana. Sono andate bene esclusivamente le vacanze di brevissima durata (da 1 a 3 pernottamenti, +19,5%); mentre quelle da 4 pernottamenti in su sono scese del 30%. In decrescita anche le trasferte nelle città d’arte (-13%); in aumento - grazie alla possibilità di stare molto in spazi aperti - quelle sulle montagne (31% nel 2020, era il 26,5% nel 2019), lungo i litorali marini (53,9% - 48,8%) e nelle campagne (15,1% - 9,9%).

La classifica regionale

A livello territoriale, ogni regione ha visto calare il turismo. Le preferite restano quelle nord-orientali, lungo l’Adriatico, con la Romagna in testa: le sceglie il 33% degli italiani. Toscana, Emilia-Romagna, Trentino Alto-Adige, Lombardia e Veneto sono ancora le più visitate; con la Campania, a Sud, sono raggiunte dal 55,1% dei turisti italiani. La Toscana - con l’11,5% si rivela la meta prediletta durante tutto l’anno, in particolare per le trasferte di breve durata (12,5%). Il Lazio perde posizioni arrivando solo al nono posto, soprattutto a causa della crisi del turismo artistico-culturale e delle trasferte di lavoro.

La trasferte di lavoro

Proprio i viaggi e i soggiorni legati a esigenze lavorative sono stati i più penalizzati nel 2020. D’altra parte il declino era già in corso da prima, a causa di nuove modalità di incontro (incluse quelle sul web): nel 2019 c’era già un decremento del 40% rispetto a dieci anni prima. Tuttavia nel 2020 il crollo è stato enorme: -68% rispetto al 2019.

La scelta dell'alloggio

Per quel che riguarda l’ospitalità, a subire il colpo nel 2020 sono stati soprattutto gli hotel. Rispetto agli alberghi (-62,2% di notti) sono stati avvantaggiati gli alloggi privati (li ha preferiti il 57,3% rispetto al 51,9% nel 2019). L’aumento nell’uso del web, determinato anche dall’emergenza sanitaria, ha influenzato il modo di organizzare il viaggio soprattutto per quanto riguarda la prenotazione dell’alloggio, che si è confermata soprattutto online con quote crescenti rispetto al 2019: il 65,9% delle prenotazioni su internet, contro il 58,4% dell'anno prima. La prenotazione effettuata contattando direttamente la struttura sul suo sito (o per telefono) ha superato di gran lunga quella fatta in agenzia o con piattaforme digitali.

Ha vinto l'automobile

Snobbate anche le linee aeree, quelle ferroviarie e le autolinee. Gli italiani in trasferta hanno preferito spostarsi in auto (scelta dal 73,9%). I viaggi su aeroplani sono scesi del 74,9% (per turismo) e dell’81,9% (per lavoro); sulle linee ferroviarie, rispettivamente, del 59,6% e del 65,7%; il pullman nel 2020 è stato scelto soltanto nel 2% dei viaggi, contro il 5,6% del 2019.

Se stai cercando le migliori assicurazioni viaggi sul mercato, prova gratuitamente il comparatore di Facile.it!

Offerte confrontate

Con il nostro comparatore di polizze auto trovi la migliore assicurazione on line e risparmi fino a 500€. Bastano 3 minuti!

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.