Viaggiare fuori dall'UE: aggiornamenti in vista dell'autunno

Viaggiare fuori dall'UE: aggiornamenti in vista dell'autunno

Il Covid-19 circola ancora sia in Europa che, ancor più diffusamente, fuori dall’Europa. E in vista dell'autunno la situazione non si prospetta affatto rosea. Tuttavia i viaggi all’estero non sono vietati, anche se persistono alcune restrizioni, sia in entrata che in uscita dall’Italia, nei confronti dei Paesi maggiormente colpiti dal coronavirus.

Ecco gli ultimi aggiornamenti per chi deve viaggiare fuori dall’UE:

Regole per i viaggi fuori dall’UE

In base alle disposizioni del DPCM 7 Settembre 2020, valide fino al 7 Ottobre (salvo repentini mutamenti della situazione epidemiologica a livello nazionale e internazionale) per i viaggi fuori dall’UE sono valide le seguenti regole.

  • Australia, Canada, Corea del Sud, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, Thailandia, Tunisia e Uruguay: sono consentiti gli spostamenti da e per questi Paesi senza necessità di motivazione, quindi anche per turismo. Al rientro in Italia è comunque necessario sottoporsi all’isolamento fiduciario di 14 giorni;

  • Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Colombia, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldavia, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana e Serbia: da questi Paesi è in vigore il divieto di ingresso in Italia, con l’eccezione dei cittadini UE (inclusi gli italiani) e loro familiari in possesso della residenza anagrafica in Italia prima dell’entrata in vigore del provvedimento, rispettando l’isolamento fiduciario. Gli spostamenti dall’Italia verso questi Paesi sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni, tra le quali è espressamente escluso il turismo.

  • Da e per tutti gli altri Paesi extra-UE ed extra-Schengen non menzionati (per esempio gli Stati Uniti, la Cina, l’India, ecc.) gli spostamenti sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni quali: lavoro, motivi di salute o di studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Non sono quindi consentiti spostamenti per turismo. Il rientro in Italia, con obbligo di isolamento fiduciario, è sempre consentito ai cittadini italiani, UE e area Schengen e loro familiari, ai titolari di regolare di permesso di soggiorno e loro familiari, e alle persone che hanno una relazione affettiva comprovata e stabile (anche se non conviventi) con cittadini legalmente residenti in Italia.

Regole per viaggiare in UE

Non ci sono limitazioni per i cittadini italiani che desiderano viaggiare in UE, negli altri Paesi dell’area Schengen (Islanda, Norvegia, Svizzera e Liechtenstein) e ad Andorra, Principato di Monaco e Regno Unito, anche per turismo. Con alcune precisazioni:

  • chi entra o rientra da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve obbligatoriamente presentare un’attestazione di essersi sottoposto a tampone con risultato negativo nelle 72 ore antecedenti. In alternativa può sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, oppure entro 48 ore dal rientro in Italia presso l’azienda sanitaria locale di riferimento.

  • chi entra o rientra da Bulgaria e Romania deve obbligatoriamente osservare un isolamento fiduciario di 14 giorni.

Viaggiare fuori dall'UE: l’importanza dell’assicurazione sanitaria

Chi decide di viaggiare fuori dall’UE (ma anche in UE) per turismo o per altre motivazioni, per tutelarsi in caso di contagio da Covid-19, può sottoscrivere una delle tante polizze sanitarie incluse nelle assicurazioni viaggio che generalmente coprono anche le spese necessarie per le cure mediche, per la quarantena all’estero ed eventualmente per il rientro anticipato in Italia. Ovviamente prima di sottoscrivere la polizza raccomandiamo di leggere attentamente le condizioni per assicurarsi che la pandemia risulti compresa nella copertura.

Offerte confrontate

Con il nostro comparatore di polizze auto trovi la migliore assicurazione on line e risparmi fino a 500€. Bastano 3 minuti!

Strumenti di calcolo

  • Assicurazioni auto

    Risparmia fino a 500€ scegliendo una nuova compagnia assicurativa.

  • Prestiti

    Richiedi un prestito fino di importo fino a 60.000€ per le tue spese personali.

  • Conti correnti

    Confronta i conti più convenienti del mercato e metti al sicuro i tuoi risparmi.

  • Adsl

    Confronta 11 operatori e risparmia fino a 400€ sull'ADSL.